Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001

Nel cinquantenario della morte di Ho Chi Minh, lo storico Presidente vietnamita e anima della resistenza anticoloniale e antimperialista del suo Paese, compare per MarxVentuno Edizioni il volume “Internazionalismo e patriottismo. Scritti e discorsi 1919-1969”.

La storia del Vietnam, a partire dagli anni Trenta dell'Ottocento con la conquista della Cocincina da parte dei colonialisti francesi, è la storia di un popolo oppresso e sfruttato, violentato e decimato dalla violenza degli invasori, ma è anche una storia di eroica resistenza e di solidarietà. Il popolo vietnamita ha resistito per decenni, tra tentativi di insurrezione soffocati nel sangue e varie forme di organizzazione popolare, contro i colonizzatori francesi prima, poi contro le truppe occupanti del Kuomintang e dei fascisti giapponesi durante la Seconda Guerra Mondiale, fino all'attacco imperialista statunitense che mirava a trasformare il Vietnam in una roccaforte americana nel Sud-Est asiatico.

Con la guerra del Vietnam, la storia di sangue e violenza del piccolo Paese asiatico raggiunge il suo apice. Sotto cinque presidenti statunitensi, vengono inviati in Vietnam oltre 800.000 soldati americani, vengono gettate sul Paese 7.850.000 tonnellate di bombe e vengono spesi 352 miliardi di dollari. Tra il 1961 e il 1969 vengono distrutti 13.000 km quadrati di terreno coltivato (il 43% dell’intero territorio coltivabile) e 25.000 km quadrati di foreste (il 44% dell’intera superficie forestale). I morti civili e i danni subiti dalla popolazione a causa di gas tossici e neurotossici responsabili di alterazioni genetiche trasmissibili ereditariamente alle generazioni future, sono praticamente incalcolabili. Questo enorme dispiegamento di forze porta finalmente la dolorosa storia del popolo vietnamita all'attenzione dell'opinione pubblica occidentale. La solidarietà verso il popolo vietnamita, che prima riguardava poche avanguardie politiche e pochi partiti fratelli, contagia intere popolazioni. Per la pace si mobilitano masse intere di lavoratori e lavoratrici, di studenti europei e italiani. Perfino nel cuore del Paese aggressore cresce un forte movimento di solidarietà con il popolo aggredito, per la pace, che culmina con la famosa manifestazione del 27 marzo 1966, che vede mobilitarsi oltre 70.000 persone a Washington contro la presidenza Johnson che promuoveva, in quei mesi, un piano militare di una violenza distruttiva senza precedenti. Finita la guerra e passati gli anni di grande fermento politico di massa anche in Occidente, la storia di Ho Chi Minh e del suo glorioso, piccolo Paese in lotta per la libertà e l'autodeterminazione è, purtroppo, pressoché sparita dalla scena editoriale italiana. Per questa ragione, nel cinquantenario della morte dello «zio Ho», Alessia Franco (dottoranda in Storia della Filosofia presso l’Università degli Studi di Bari) e Andrea Catone (studioso e storico del movimento operaio) hanno deciso di curare una nuova edizione degli scritti e dei discorsi del Presidente vietnamita, che riproponesse testi fondamentali, autentici piccoli classici dimenticati, e altri mai tradotti prima in italiano.

La vita di Ho Chi Minh scorre parallela alla storia del suo Paese, passando per lo snodo fondamentale della proclamazione dell'indipendenza dal dominio francese il 2 settembre del 1945. I testi riuniti nella raccolta “Patriottismo e internazionalismo” ripercorrono cinquant'anni di vita e attività rivoluzionaria.

Attraverso gli articoli pubblicati su “l’Humanité”, “le Paria”, “la Vie Ouvrière”, gli appelli al popolo vietnamita e molti altri testi, scopriamo la complessa personalità di una delle figure più importanti della storia del socialismo: uomo politico radicale ma prudente, commentatore acuto e capace di pungente umorismo, diplomatico e dirigente di partito dedito alla causa dell'indipendenza del suo Vietnam e di tutti i Paesi oppressi dal colonialismo, sempre lucidamente consapevole della dimensione internazionale di ogni lotta per l'emancipazione.

“Patriottismo e internazionalismo. Scritti e discorsi 1919-1969” è la raccolta di scritti di Ho Chi Minh più completa attualmente disponibile in lingua italiana, corredata da un'ampia introduzione e da una dettagliata cronologia pensate per accompagnare le lettrici e i lettori che si avvicinano per la prima volta a questo pezzo di storia di cui, oggi più che mai, siamo chiamati a preservare la memoria e raccogliere l'eredità.