Care e cari, è ormai passato oltre un anno dalla prima uscita di “Cumpanis”, aprile – maggio 2020. Un anno di lavoro davvero duro ma pieno di soddisfazioni. Tante sono le relazioni, intellettuali e  politiche, che la nostra rivista ha stretto sul piano internazionale e in Italia. Come tanti sono gli intellettuali d’orientamento marxista, i dirigenti politici del movimento comunista e operaio, antimperialista,  anticapitalista e contro la guerra e il riarmo, sul piano internazionale e italiano, che hanno iniziato a collaborare e in modo sempre più organico collaborano a “Cumpanis”. Peraltro, il successo di “Cumpanis” come rivista comunista, antimperialista e internazionalista volta, in Italia, al progetto dell’unità dei comunisti, ha spinto ormai oltre un centinaio di compagne e compagni sui territori ad organizzarsi in Centri Politici e Culturali “Cumpanis”, Centri che sin da subito hanno saputo sprigionare una vasta iniziativa culturale politica. Sulla base di questi per noi importanti successi, la rivista ha anche avviato una sua profonda ristrutturazione grafica ed organizzativa, rispetto alla prima fase della sua vita.

Sebbene tutto ciò sia stato possibile solo attraverso il lavoro gratuito e militante dei compagni e delle compagne della rivista e attraverso lo sforzo della sua Casa Editrice, “La Città del Sole”, i costi per la sua realizzazione e per la sua pubblicazione (“Cumpanis” non è più il mensile dell’inizio, ma ora viene quotidianamente aggiornato) sono considerevolmente aumentati.

È per questo che chiediamo alle lettrici e ai lettori, ai compagni e alle compagne che ci seguono, un atto, quello che per ognuno è possibile, anche piccolo, di aiuto e solidarietà, attraverso una DONAZIONE che può essere fatta cliccando il “bottone” sottostante. Grazie.

Giordano Manes, direttore de “La Città del Sole” e  Fosco Giannini, direttore di “Cumpanis”.